in the body of the worldNel-corpo-del-mondo1

Libro notevole, da non perdere, coinvolgente ed intenso…

http://www.lejdd.fr/Culture/Theatre/Actualite/Rencontre-avec-Eve-Ensler-la-creatrice-des-Monologues-du-vagin-238577
http://www.repubblica.it/cronaca/2013/02/05/news/eve_ensler-52021428/

un invito globale a liberarsi «dalla prigionia, dall’obbligo, dalla vergogna, dal senso di colpa, dal dolore, dall’umiliazione, dalla rabbia, e dalla schiavitù». Il 14 febbraio torna One Billion Rising che l’anno scorso ha fatto ballare un miliardo di persone in giro per il pianeta. Si ballerà per chiedere giustizia quest’anno. Eve Ensler l’autrice de I monologhi della vagina da cui il 14 febbraio 1998 preso vita il V-Day, ha scritto questi versi per spiegare il senso dell’azione 2014.
Fino a quando ogni violazione non sarà pronunciata
E ogni ferita condivisa
Fino a quando gli strati dei ricordi
E dell’oppressione non saranno svelati e messi a nudo
Fino a quando la legge non sarà al servizio dei più poveri
E smetterà di proteggere i potenti
Fino a quando tutti non saranno giudicati con la stessa misura
Fino a quando le donne non si ribelleranno, nella consapevolezza del proprio
Valore e dei propri diritti
Davanti a tribunali, miniere, stazioni di polizia, uffici governativi, luoghi di lavoro,
Tribunali militari, ambasciate, luoghi di culto, case
Fino a quando non ci libereremo dalla vergogna, dal senso di colpa, dal dolore, dall’umiliazione e dalla rabbia
Fino a quando i governi non chiederanno perdono e faranno ammenda,
Insieme a capi di stato, mariti, i fidanzati, i padri, i fratelli, i preti, i mullah, i ministri, gli zii, i datori di lavoro, i dirigenti d’azienda
Fin quando ci rifiuteremo di accettare qualsiasi cosa che non includa tutti
Un miliardo di persone nel mondo continueranno a lottare per ottenere giustizia
http://www.ilsaggiatore.com/argomenti/letteratura/9788842820970/nel-corpo-del-mondo/
http://inthebodyoftheworld.com/

Annunci