Il blog di Luciana Coén

Archivi del mese: dicembre 2016

Scivolano

intorno

come intoccate

le cose quotidiane

gocce salate

di mare di lacrime

gocce di rugiada

al risveglio mattutino

gocce di sudore

la pelle trema e freme.

Alcune si smarriscono

non imprimono memoria

e la polvere

si adagia nel calco

lasciato dal loro peregrinare.

Scivolano

verso chissà dove

-solo ciò che si imprime

rimane indelebile

radice nella terra

dell’anima.

IMG_20160730_164444

 

Annunci

un anno è andato

nonostante per molti l’anno bisestile sia portatore di sventure, essendo nata in un anno bisestile, è stato per me un anno denso di emozioni, intenso.

Ho ritrovato e subito perso un’amica dell’adolescenza.

Ho festeggiato i miei …anta…come volevo, viaggiando nei posti in cui desideravo andare e con le persone che volevo.

Ho lasciato andare spigolature per arrivare al nocciolo delle persone, delle cose e soprattutto di me stessa.

Ho raccolto nuovo sorrisi, nuovi volti, altre nuove parole.

Ho vissuto nelle-delle-con le emozioni.

Ho r-accolto dentro di me i colori variopinti dei luoghi attraversati.

E adesso non rimane che avviarci e aprirci al nuovo anno con un bellissimo 17 finale!

Grazie a tutti gli incontri del 2016.

Sereno 2017 a tutti!

Nicaragua, febbraio

Dresden, Hellerau, maggio

Israele, maggio

Sardegna, luglio

Forte di Bard, luglio

Pitigliano, agosto

Dresden, dicembre


spegniamo le luci

attenuiamo i rumori

sussurriamo parole

463

lievi sospiri

aliti di vento

profumo di aurora

calore morbido

avvolgeranno la vita

radicata ferma sulla terra

 

teneramente riposiamoci

e stiamo insieme

nel risveglio

quando gli occhi

affronteranno la nuova luce

le orecchie

cercheranno armonie di suoni

le parole abbracceranno

tutte le vite

nell’unica radice possibile

Madre Terra.

1471375035474-1

 


dresda-2016-130

 

Acquietato il corpo

l’anima avanza

sulle soglie degli anni

e stupisce al nuovo

-che si ripete –

e attende

quell’assoluto

che la colga

immersa nella meraviglia.


Alba, cielo rosso

un punto

poi sempre più chiaro

alba-aereo

Sotto, le montagne

onde bloccate

pietrificate nel cielo

nell’aria nivea, ghiaccia

e, sopra,

continuano a ondeggiare

nuvole spumose

rare a cumuli

morbide volute di cotone

o distesa uniforme

di zucchero filato.

dresda-2016-011

Ma le montagne restano

come onde

marmorizzate nel loro culmine

un flusso stoppato

un urlo non gridato

una bocca rimasta aperta

uno stupore inespresso.

alpi-aereo