Il blog di Luciana Coén

Archivi del mese: gennaio 2017

L’amore

è come un’aquila

le ali grandi dispiegate

volteggia alta in cielo

insegue il vento

sulla sua scia si adagia

e attende la preda.

 

Quando l’avvista

in picchiata scende

le strappa gli occhi

-sguardi intensi profondi

passarono tra di loro;

 

apre ancora di più le ali

e la cinge

-un abbraccio piumato morbido

e al tempo stesso

forte, stretto;

 

la becchetta sulle labbra

-baci carnali sanguigni

 

e infine,

la prende con i suoi robusti artigli

-carezze penetranti

e la porta via,

si elevano nel cielo insieme.

 

aquila-monti

Annunci

Leggo nei tuoi occhi

una sofferenza trafiggente

 

mi avvicino

tiri fuori gli artigli

graffi

 

fare un passo indietro

non resta altro

e attendere

che l’onda dolente

violenta

si attenui

e addolcisca il tuo sguardo.

 

graffio


Polvere. Finissima polvere.

Silenzio. Assoluto silenzio.

Assenza. Assoluta assenza.

Riposo. Nell’assoluto riposo.

 

Spegnerò le parole

come luci

all’approssimarsi della notte

e sarà il buio

l’assoluta assenza di luce

che, forse,

riporterà voci

impressioni immagini.

Poche altre parole ancora

suoni sempre più impercettibili

significati sempre più incomprensibili

vuoto pieno di parole non-senso.

Fino alla prossima luce,

l’albore che ci rischiarerà

ancora.

gennaio2017-009

foto di Elena Cencetti, proprietà riservata  ©