Il blog di Luciana Coén

Archivi del mese: novembre 2017

Noi

abbiamo divorziato.

E’

l’ultimo noi

che ci accompagna

fino allo scioglimento.

Tu ed io,

io e te

ognuno riprende

la propria mulattiera.

(Mi/ti/ci) amerai ancor di più

nell’assenza

del domani insieme

nello srotolarsi

del filo invisibile

-anime vaganti

anime nel vento

anime disgiunte

anime in cammino

anime nel sorriso

dell’incontro volato

appeso allo spicchio

di luna calante.

 

Abbiamo

ripercorso gli stessi luoghi

salito le stesse scale

seduto sulle stesse sedie

calpestato le stesse pietre

con passi grevi

come riavvolgendo un nastro

-in una luce però autunnale

intabarrati a proteggerci

dal freddo del dolore

gli sguardi rivolti altrove

il sorriso spento sulle labbra

le parole mute dentro il cuore.

Un nastro riavvolto.

Annunci

In questo vuoto

che occlude –

nel vuoto di parole

e nelle parole vuote, vane –

un calore

apre fragili canali

scioglie spazio e tempo

unisce primo e

ultimo respiro –

unico soffio.

                 Soffio di cura.

La mano – per prima accarezzò

la tua lattea pelle

la mano – provocò desiderio

nel tuo corpo in attesa

la mano – cinse le tue spalle

scosse da lacrime e risa

la mano – scivolò sulle tue ferite

e le fece sue.

                 Mano di cura.

Una voce:

tacque davanti a te-

una voce:

si modulò in ninna nanna-

una voce:

come un canto,

ti protesse dall’ansia-

una voce:

poetando aprì vortici di bellezza-

una voce:

silenziosa accolse il tuo dolore

il tuo urlo

il tuo pianto.

                    Voce di cura.

Gli occhi, chiuderli;

le gambe, andarsene;

la mente, spengersi un momento;

il cuore, prendere distanza:

non più ascoltare

non più sentire

non più vedere

non più soffrire

nella cura di te.

Riavvolgere il nastro.

Un film, solo un film.

Da rivedere a piacimento.

Oppure no.

                       Stanca di cura.


telaio mano

Non saranno

fogli e firme

a sottrarre la trama

all’amore.

Il tempo

lo spazio

il nulla

nel tutto

rintracceranno

l’ordito della vita

-tessuto amoroso

mai liso.

Penelope della vita.


Invito

 

Interessante e emozionante cerimonia presso il Museo Navale de La Spezia e la visita guidata alla Sala delle Polene. Importante l’intervento del Capitano Giampaolo Trucco, responsabile del nucleo palombari dedicati al salvataggio e recupero dei naufraghi nel Mediterraneo.

Grazie alla Presidente e collaboratori del premio Montale e Associazione Percorsi.


 

ciao Franco

(27.7.1954-16.10.2017)

 

Risultati immagini per franco bucca psichiatra

http://www.lemurate.it/?p=16954

 

ci ritroveremo in altri pascoli,

con il tuo sguardo verde penetrante, profondo,

le tue mani calde, le tue parole e la tua bella persona

ricordando gli anni del liceo, dei giorni trascorsi insieme,

a studiare, scherzare…