Il blog di Luciana Coén

Archivi del mese: settembre 2019

rami dentro

Quando il corpo

cederà le membra

e i pensieri ondivaghi

svuoteranno la mente

e i sussulti carnali

saranno ormai esangui

allora,

solo allora,

l’amore radicherà terra

e diffonderà seme al vento

-non più tu io

e neanche noi

ma Tutto.

dentro luce


 

Dedicata ad A.

Procedi con passo lento

immersa in piume di silenzio

avvolta in coltre pregna di ricordi

pungono l’anima

tacciono l’urlo dolorante

perso nell’infinitudine delle cellule

nell’attesa si spezzi la spina

-rese più morbida e rossa e vellutata

la rosa.24aprile2017 134



6sett2019

Arriva

folata improvvisa

onda silente

i piedi immobili nell’acqua

-lo sguardo spazia

su una distesa piatta

infinita

all’orizzonte illimitato-

il tuo mare.

Arriva il ricordo

mentre lavo i denti

sapore di menta

scroscio dell’acqua.

Arriva il tuo dolore

insapore eppure penetrante

impalpabile eppure graffiante

e il tuo corpo

disteso senza peso

abbandonato

in attesa

dell’ultimo srotolarsi della vita

ormai stanco.

I denti ora sono lavati

e tu non sei più

-rotolata in un altrove

spero più leggiadro

e luminoso

come il sole

colto per te stamani.

Spuntano pungenti

i tuoi occhi

dalle palpebre pesanti

nel desiderio

sempre più incastonato

di chiuderli

di proteggerli

dalla luce abbagliante

lattescente

-nulla più

ormai fa scorgere-

e il corpo

le membra

appesantiti

asteniche

-nulla più

ormai abbracciano-.

Ciao mamma.


alba 2sett2019

alba di oggi, altra strada da percorrere … un tratto è già stato percorso, i due terzi impegnati e impregnati di lavoro … oltre quarant’anni, il nocciolo della vita: la famiglia, la maternità, il lavoro, gli interessi personali … un punto fermo ora è stato messo al lavoro. Un grazie a tutte le persone incontrate, sfiorate, assaporate, toccate, respinte: colleghi di ogni ordine e grado (impossibile tenerne il conto), allievi (secondo i conti del mio collega Marco sembra siano stati circa 1320 …), altre persone intercettate per interessi legati o derivati ​​dal lavoro … grazie e serena vita a tutti, chi è ancora nel percorso lavorativo professionale, chi non è già fuori e non sta intraprendendo o ne ha intrapreso un altro.

Un grazie speciale a Irene ed Elena che hanno reso più leggiadro il percorso con la loro costante presenza e il loro amore.