Il blog di Luciana Coén

Archivi categoria: donna

liberamente ispirata dal/al libro di Eve Ensler, Chiedimi scusa, Il Saggiatore 2019

 

Chiedimi scusa

dal profondo del cuore

e della fede

credendoci fin nel midollo

 

per tutte le volte

che le tue parole

le tue mani

i tuoi sguardi

i tuoi silenzi

mi hanno violato

 

rompendo una porta

(ci avevo sbattuto io….?)

stracciando un libro

chiudendomi la bocca

e la porta

 

chiedimi scusa

per tutte le volte che

leccando un gelato

il tuo sguardo concupiscente

è andato oltre

in territori sgraditi

 

chiedimi scusa

per tutte le volte

che hai cercato il mio corpo

per te, solo per te

e non lo hai rispettato

nè hai rispettato me

 

chiedimi scusa,

per una volta

prova,

anche se non so

quanto potrà incidere

e scalfire

il dolore che hai scavato

dentro di me;

chiedimi scusa.

 


A mia madre,  a noi donne

“La Forza è un termine femminile ed è inclusivo. Non va intesa solo in senso oppositivo; non serve solo alla difesa, o all’attacco. Forza, oggi, significa anche concederci quella parte mancante che ci permette di essere finalmente intere, di essere autonome ma anche di amare con abbandono e fiducia uomini che ci amino con altrettanto abbandono e altrettanta fiducia.”

Monica Guerritore, Quel che so di lei. Donne prigioniere di amori straordinari, Longanesi 2019, pag. 150-151


La donna che si abbracciava da sola

proteggeva il suo cuore

proteggeva il suo seno

già intriso dal male

proteggeva sè stessa

-le braccia uno scudo

da invisibili minacce

o un dolce cullare

nella nicchia

racchiusa lì dentro

tra le braccia fuse alle spalle

le gambe flesse

gli occhi socchiusi

feto adulto.

 

 


http://www.mudec.it/ita/frida-kahlo-mostra-mudec-milano/

a due grandi donne

Frida Kahlo

Alda Merini

il cui dolore fisico e psichico non ha piegato

il talento, la passione per la vita e la creatività

donandoci emozionanti creature-creazioni

 

splendida mostra al MUDEC di Milano


Apri locandina:

locandina oblate

 

Il corpo femminile, arte malattia e benessere alla Biblioteca delle Oblate a Firenze a iniziare da sabato 24 marzo, a cura della SIMP Toscana