Il blog di Luciana Coén

Archivi categoria: memoria

dalla fine di gennaio inizieranno le presentazioni del mio ultimo libro, dedicato a mio padre

coe n copertina (1)

29 gennaio ore 17.30, S. Casciano V. Pesa, sala comunale

 

30 gennaio CasAurora ore 11, via del pergolino 1 Firenze

luciana_coèn locandina cecsur

 

31 gennaio ore 17.30 sala Gonfalone via Cavour 4 Firenze

190131_coen_regione

vi aspetto!

Annunci

Coe n Copertina (1)

Renato Coèn: l’uomo privato, l’uomo pubblico

Masso delle Fate edizioni


 

Un anno…

Vorresti fermare il tempo

come lui ha bloccato il tuo passo.

Ma il tempo si è dissociato:

il tuo, che attende

e l’altro che,

incurante della tua

sofferente attesa,

continua a scorrere.

Torneranno insieme

la strada percorsa però

non sarà più la stessa.

 

Un altro anno…

Toglimi la pesantezza dalle palpebre

lasciami aprire gli occhi

e lo sguardo

alla luce del mondo;

alleggerisci le mie labbra

e schiudile al sorriso;

abbraccia il mio corpo

con tenera forza

-sicuro riprenda il suo andare.

Grazie.

 

Per il 3 agosto

che ancora oggi

posso ricordare.

 

Poesie e foto sono proprietà riservata dell’autrice.

DSC_8990


L’estate

il sole

il caldo

il mare

hanno il sapore salmastro

del chicco d’uva

croccante sotto i denti

caduto nella sabbia bianca finissima

e sciacquato nell’acqua marina;

del pomodoro rosso

succoso maturo

addentato e grondante

linfa sanguigna

su una fetta di pane

di semola di grano duro.

Il sapore dei ricordi d’infanzia

delle grida gioiose

ri-posano

dentro il mare smeraldo

nella Terra Madre

-Madre Terra.

MARE:

STORIA:

PIANTE:

TRAMONTI:

ARTE CONTEMPORANEA:

e come non augurare buona vita a questi piccoli rondinini che attendono il cibo stretti nel loro nido…


Scivolano

intorno

come intoccate

le cose quotidiane

gocce salate

di mare di lacrime

gocce di rugiada

al risveglio mattutino

gocce di sudore

la pelle trema e freme.

Alcune si smarriscono

non imprimono memoria

e la polvere

si adagia nel calco

lasciato dal loro peregrinare.

Scivolano

verso chissà dove

-solo ciò che si imprime

rimane indelebile

radice nella terra

dell’anima.

IMG_20160730_164444