Il blog di Luciana Coén

Archivi tag: mare

Svegliarsi

col sorriso di un bimbo

che attende (al)la vita

 

osserva con stupore

intorno a sè

quel che arriva

e smuove

 

-come il fondo del mare

a riva

nell’acqua limpida

al mattino presto

quando smosso

da onde lievi

si modella

attimo dopo attimo

in forme

e rilievi sabbiosi

sempre nuovi

e diversi.

Annunci

Ritorno in Sardegna, Cagliari…giorni di sole profumi colori rondini gabbiani fenicotteri rosa mare gelsomini in fiore e tanto altro…


Fatti di acqua

immersi nel grembo materno

pregno di acqua

morirono in acqua.

 

Hanno insegnato

a non guardare gli occhi

a girarli a pancia in giù

appena recuperano i corpi.

Gli occhi

-potrebbero essere aperti

pieni di acqua marina

blu profondo

e ancora guardarci

chiederci dalla vitrea pupilla

una parola

una mano

un aiuto;

il volto

potrebbe essersi congelato

nell’ultimo sorriso

o nell’ultimo spasimo

del grido perso

in quella marea di acqua

-ne riempì la bocca

salmastro puro

e rimase aperta

sulla spettrale gola

i denti bianchi

fulgidi

nel blu petrolio

del mare.

Non vanno guardati

– quegli occhi

quei volti

sono gonfi

di domande liquide

e noi,

noi

non abbiamo risposte.

Neanche un nome

possiamo restituire loro;

neanche talvolta

ricomporre il corpo.

Solo districarli

e riportarli

alla luce asciutta

della terra agognata

grondanti

di un dolore infinito

di lacrime liquide.

 


Poi

stemperato il dolore arrabbiato

si apre una lunga spiaggia

bianca

al limitare

macchia mediterranea

deserta

sotto il sole frizzante invernale

il cielo terso

trasparente

i tavoli odorosi di salmastro

due ricci di peluche uniti

-dentro, un regalo prezioso

e tutto va,

onda su onda

nei mille colori del mare

calmo o in tempesta

fino alla piatta conclusione.

Sopra di noi

ancora il sole.

A scaldare qualsiasi fine.

 


L’amore è un’onda

torna e ritorna

rumoreggia

in risacca,

silenzia

nella calma piatta

del mare fermo,

schiuma

nell’adagiarsi

sulla sabbia.

onde mare